febbraio 16, 2015

Recensione - Dopo il tramonto di Mary Calmes [serie Timing #2]

TITOLO: Dopo il tramonto
SCRITTRICE: Mary Calmes
SERIE: Timing #2
1. Tempo al tempo
2. Dopo il tramonto
EDITORE: Dreamspinner Press
PAGINE: 229
TRAMA: Sono passati due anni da quando Stefan Joss si è trasferito nel sud degli Stati Uniti per amore del rancher Rand Holloway. Stef ha cercato – con esitazione – di adeguarsi alla sua nuova vita, ma il vero amore non fila mai liscio come dovrebbe. Rand vuole che lui rimanga a casa al ranch, Stef vuole avere una rete di sicurezza nel caso Rand decida di sbarazzarsi di lui. Finalmente, dopo aver capito di essere stato ingiusto a dubitare di lui, Stef decide di impegnarsi sul serio con Rand e l’uomo è al settimo cielo.
Quando Stef ha l’opportunità di provare il suo amore, non si tira indietro, mettendo a repentaglio la sua stessa vita. E Rand ha la possibilità di dimostrare che – a volte – la vita può sorprenderti quando meno te lo aspetti.

Sono poche le storie di Mary Calmes che mi hanno appassionata e altrettanto pochi sono i personaggi che ho trovato interessanti. Diversamente di molte altre lettrici non posso definirmi una sua vera e propria fan anche se ho sempre letto tutti i suoi romanzi man mano che veniva pubblicati.  

Come potete immaginare ho iniziato questo volume con un’ottica abbastanza negativa. Pensavo infatti che la storia, come al solito, non mi sarebbe piaciuta e, se devo proprio essere sincera, quel fastidioso pensierino mi ha accompagnata per un terzo del romanzo.  

Ho trovato la trama però di Dopo il tramonto - secondo romanzo della serie Timing, nonché sequel di Tempo al tempo - molto più matura e coinvolgente. Ho apprezzato soprattutto la quasi totale mancanza della sorella maniaca di Rand con quei suoi comportamenti davvero molto esagerati e fastidiosi. 

Ma partiamo dall’inizio.

Dopo alcuni mesi di dubbi e continue trasferte, Stefan Ross ha finalmente deciso di trasferirsi nella fattoria del sua amato - Rand Holloway. Ciò nonostante, la paura che la loro storia d’amore possa finire non gli permette di lasciarsi andare e di essere felice ma quando qualcuno inizia a minacciare il suo sexy cowboy e la loro casa, Stefan non perde tempo e, prima di rendersene conto, è già in viaggio verso un’insolita e pericolosa avventura.  

"Ho bisogno che tu sia qui, Stef. Ho bisogno che ti occupi di questo maledetto ranch!"
"Ma il ranch sei tu," gli avevo ricordato.
"No, Stef," aveva detto afferrandomi per la nuca, strattonandomi in avanti, obbligandomi a guardarlo negli occhi. "Sei tutta la mia vita. Nulla ha importanza se non ci sei tu."
Il modo in cui mi aveva guardato, mi aveva quasi spaventato. Non avevo nessun diritto di essere qualcosa di così importante per lui quando ero ancora così incasinato; mentre mi preoccupavo ancora di riuscire a stare sulle mie gambe, di mettere qualcosa da parte mentre lavoravo per un salario così basso. Avevo bisogno di avere una rete di sicurezza, ma Rand sosteneva che non era necessario.
"Credo che tu non sappia quello che stai dicendo."

Come ho già detto, la storia mi è piaciuta; è ricca di colpi di scena e di momenti hot davvero molto interessanti, ma ho riscontrato alcuni vecchi difettucci.  Credo di preferire, infatti, i romanzi m/m con personaggi dal carattere … come dire … più serio, sia se si tratta di un protagonista maschile o quello femminile. Personaggi che non attraggono sempre l’attenzione, che non hanno questa “bellezza” che gli rende i più desiderati  e più attraenti. Vi ricordate sicuramente de Il diario del vampiro di Lisa Jane Smith. Ebbene, quando ho finito questo romanzo, Stef mi ha ricordato Elena e più precisamente la sua capacità di attrarre ogni ragazzo (in questo caso uomo); è troppo espansivo, troppo perfetto da risultare a volte finto e irreale. 

Per il resto, però, la lettura è stata davvero molto piacevole e veloce. Dopo il tramonto è diventato uno dei miei romanzi preferiti di questa scrittrice tanto che, se non avete ancora iniziato questa serie ... beh, dovete assolutamente farlo! 





2 commenti:

  1. Non lo conoscevo, ma non sembra male!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è uno dei miei romanzi m/m preferiti ma credo di essere l'unica a cui non piace tanto questa scrittrice. O.o Adesso sto aspettando con ansia le prossime uscite! XD

      Elimina